Fondi per giovani agricoltori

I giovanissimi che vogliono dedicare le proprie energie e il proprio tempo a coltivare un terreno agricolo possono ottenere dei finanziamenti per riuscire nell’intento, grazie al sostegno economico di banche e finanziarie. Sono molte le soluzioni a loro disposizione, soprattutto grazie ai fondi in convenzione messi a disposizione da enti regionali e statali – spesso anche europei – che vengono stanziati proprio per invogliare i giovanissimi a dedicarsi alla terra. Nel breve articolo che segue vedremo in maniera approssimativa quali sono le possibilità di questi ragazzi, analizzando i finanziamenti che si possono ottenere in merito. Per un discorso più generale sui prestiti rivolti agli under 35 è possibile consultare il sito internet https://iprestitipergiovani.it. Qui trovate l’articolo per i fondi e prestiti per i giovani agricoltori.

Con il passare del tempo vengono stanziate sempre più convenzioni e agevolazioni rivolte

Punti forti dei prestiti finalizzati

Fra le caratteristiche base dei prestiti finalizzati sicuramente c’è la finalità imposta della somma di denaro ottenuta dal prestito, e quindi si deve assolutamente utilizzare questa somma di denaro per un solo scopo ben preciso e specificato sul contratto di prestito. Infatti i contratti di prestito finalizzato certificano perciò un atto di acquisto del bene, che dovrà essere allegato alla pratica di contratto. Un’altra specificità di questo modello di prestito sta nel fatto che il denaro ottenuto generalmente non viene accreditato sul conto corrente, come invece accade in qualsiasi altro prestito, bensì il denaro viene versato a chi vende il bene o il servizio che avete scelto di acquistare.

E’ compito poi del venditore che andrà ad offrirvi la possibilità di pagare e il modo di pagare rateale il servizio che avete acquistato. Per informazioni sui prestiti finalizzati visitate il

Preventivi diversi come orientarsi?

Per ogni tipo di prestito abbiamo una documentazione richiesta precisa che ci occorre per ottenere un preventivo. Questi preventivi possono essere vari, in sostanza spesso quasi tutti i prestiti chiedono delle specifiche però molto simili. Ciò che dobbiamo sapere e andare considerare con attenzione sarà il preventivo che ci verrà fornito, e che sarà piuttosto personale dato che può variare non solo in base alla somma richiesta, ma anche in base alla nostra situazione creditizia. Lo stesso istituto finanziario può rilasciare diversi preventivi in base al richiedente e al suo stato finanziario o alla cifra, ed i preventivi sono per molti tipi di prestito, anche per cifre basse dobbiamo sicuramente far attenzione prima di accettare tutte le specifiche del preventivo.

Quali sono i fattori principali che influiscono sui preventivi? In primo piano sicuramente bisogna sapere, prima di richiedere un prestito,

Prestiti inpdap e cessione del quinto

I prestiti Inpdap sono ancora dei prestiti molto vantaggiosi, indirizzati ad una determinata categoria di persone, infatti sono sostanzialmente dei prestiti che possono essere richiesti solo dai dipendenti del pubblico impiego statale oppure dai dipendenti delle amministrazioni locali. C’è un’accurata regolamentazione in merito che è molto precisa e dettagliata. Se siete interessati è possibile accedervi richiedendola direttamente all’ufficio preposto dell’Inps o su internet. Infatti i prestiti Inpdap vengono gestiti al momento dall’Inps che ha un intero ufficio dedicato.

Nel regolamento ufficiale dei prestiti Inpdap si possono trovare tre parti principali: nella prima parte è presente la regolamentazione dei prestiti di piccole liquidità. Poi abbiamo una parte che ci definisce anche le regole riguardo ai prestiti pluriennali e molto più corposi, e in fine la terza parte tratta dei problemi dei ricorsi e la normativa ad esso riferita. Si tratta di

Il prestito d’onore

I giovani in condizione critiche professionalmente ed economicamente parlando possono pensare di accedere a un prestito d’onore. Questi finanziamenti sono rivolti proprio a loro e a chi si trova nella stessa situazione, e sono mirati per aiutarli e integrarli nella società. I prestiti d’onore sono concessi dalle banche per incrementare la crescita finanziaria ed economica di giovani imprenditori e studenti, che così facendo possono assicurarsi un futuro altrimenti incerto. Questo tipo di finanziamento è solo uno dei tanti modi che hanno gli under 35 di emergere economicamente in questo periodo di crisi. Per conoscere tutte le vie percorribili e valutare al meglio quale strada sia fatta per noi possiamo consultare il sito internet https://iprestitipergiovani.it

Come si capisce da quanto detto i prestiti d’onore sono ideali per i ragazzi. Tra i principali vantaggi di quest’offerta troviamo:

      Tassi di interesse

I Mini prestiti di Poste Italiane: una soluzione a portata di mano

Recentemente Poste italiane ha ideato una comoda formula finanziaria espressamente dedicata a coloro che necessitano di accedere a moderate somme di capitale per finanziare i propri progetti personali e lavorativi. Si tratta di una piano denominato “Mini Prestito Poste italiane“, che fa al caso di diverse categorie di lavoratori e pensionati: dal giovane lavoratore al professionista fino alle coppie che necessitano di un importi di non elevata entità per finanziare i propri progetti personali.

Poste italiane, che da alcuni anni sempre più un’importante realtà nel merito finanziario, con la formula “Mini Prestito“ vi permette di accedere ad importi di moderata identità, con piani di rientro comodi e alla portata della giovane coppia o del giovane professionista. Grazie alla formula Mini Prestito potrete finanziare qualunque vostro progetto: dal viaggio o la crociera che avete sempre sognato alla ristrutturazione della vostra casa,

Guida completa ai prestiti per chi ha subito un protesto o un pignoramento: i prestiti per protestati

Per chi in passato ha subito dei protesti o è stato indicato nel registro dei cattivi pagatori, l’ottenimento di un prestito può rappresentare una seria difficoltà. Avere il infatti proprio nome e cognome registrato nell’elenco dei “cattivi pagatori“ rappresenta non solo uno “stigma“ temporaneo, ma spesso comporta alcuni strascichi di fronte alla futura richiesta di somme finanziarie.

Talvolta, infatti, chi in passato ha avuto difficoltà nell’onorare con puntualità le rate dei prestiti o ha subito un protesto, difficilmente otterrà, nel tempo, la fiducia da parte di una banca o di un istituto finanziario. Tecnicamente, chi ha subito il protesto, rappresenta per l’ente di credito un profilo ad alto rischio. Il finanziamento, al momento della richiesta, è infatti attentamente valutato da un ente denominato Centrale Rischi Finanziari (CRIF), il quale ha il compito di valutare il margine di rischio nel concedere