Guida completa ai prestiti per chi ha subito un protesto o un pignoramento: i prestiti per protestati

Per chi in passato ha subito dei protesti o è stato indicato nel registro dei cattivi pagatori, l’ottenimento di un prestito può rappresentare una seria difficoltà. Avere il infatti proprio nome e cognome registrato nell’elenco dei “cattivi pagatori“ rappresenta non solo uno “stigma“ temporaneo, ma spesso comporta alcuni strascichi di fronte alla futura richiesta di somme finanziarie.

Talvolta, infatti, chi in passato ha avuto difficoltà nell’onorare con puntualità le rate dei prestiti o ha subito un protesto, difficilmente otterrà, nel tempo, la fiducia da parte di una banca o di un istituto finanziario. Tecnicamente, chi ha subito il protesto, rappresenta per l’ente di credito un profilo ad alto rischio. Il finanziamento, al momento della richiesta, è infatti attentamente valutato da un ente denominato Centrale Rischi Finanziari (CRIF), il quale ha il compito di valutare il margine di rischio nel concedere